"Zanardi, bella gente!"

 

Sarà pura fatalità, uno dei casi inspiegabili della vita. Ma come mai al cognome Zanardi si appiccicano (quasi) sempre belle persone?

Ce lo siamo chiesti.

E, senza pudori e pregiudizi, abbiamo combinato un sabato di ricordi, immagini e pensieri.

Persone belle ma veramente tanto diverse. Uomini ieratici del primo '900, mangiapreti, benedetti da Dio. Quasi tutti parenti, socialisti di un tempo. Riformisti di allora, piu estremisti dei centro-socialisti di oggi.

Lasciando loro, ci catapultiamo negli anni '80. Troviamo un perfido personaggio, fumetto disegnato da Andrea Pazienza. Un giovane artista che Bologna ricorda con grande nostalgia.

Si finisce con un uomo generoso e tenace, campione dei circuiti automobilistici, miracolato dopo un incidente da paura, atleta parolimpico e, fra poco, di nuovo in pista. Insomma, bella gente. Chi sa perche'.....

Zanardi-bella-gente-definitiva web 

 

scarica la locandina

Stampa